Sicilia: centrodestra nel caos per la composizione del listino.
Sicilia: centrodestra nel caos per la composizione del listino.

Sicilia: centrodestra nel caos per la composizione del listino.

Nel centrodestra in Sicilia si litiga per la composizione del listino ovvero l’elenco dei sei candidati che affiancano il Presidente della regione nella lista regionale e che saranno eletti quale premio di maggioranza insieme al presidente scelto dai siciliani. I posti sono solo sei con la nuova legge elettorale e con la cura dimagrante dell’Ars che passa da 90 a 70 deputati non c’è posto per tutti.
Data per scontata la presenza di Gaetano Armao dopo l’accordo sul ticket che lo vede vice presidente designato scatta il problema dell’attribuzione.
Forza Italia candida Gianfranco Miccichè nel listino. Ma gli alleati considerano Armao come candidato di Forza Italia essendo stato indicato da Berlusconi. Solo che Miccichè proprio non vuole rinunciare al suo posto dopo tutto il lavoro fatto.

Gli altri posti sembrano ben che assegnati toccando uno ciascuno alle forze della coalizione ovvero Noi con Salvini lega dei Popoli, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima, Udc e Pid Cantiere Popolare.
Cuffaro consiglia il voto disgiunto su Sgarbi piuttosto che far votare Musumeci.

Per rafforzare la posizione del suo movimento dei Siciliani Indignati Armao sarà candidato anche fuori dal listino nelle liste dei collegi di Palermo, Messina e Catania e dovrà contarsi.

Intanto Miccichè tenta di far valere la crescita di Forza Italia e i sondaggi che danno il partito azzurro come primo della coalizione se non primo in generale.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *